alle Terme di Diocleziano...non solo storia ma anche buon cibo e tanta creatività!

Dietro le splendide terme di Diocleziano, zona non troppo “bazzicata” per la movida notturna, c’è un piccolo localino ad angolo: Culinaria.

Giocando sul significato delle parole, è chiaro come il primo intento dei titolari sia quello di far percepire al cliente come l’arte culinaria si possa abbinare perfettamente anche al mobilio attraverso il quale gustarla.

Un posticino curato nei minimi dettagli dai due fratelli Bernardo e Maria Pia Folino, che 5 anni fa hanno deciso di intraprendere questa avventura per poter offrire ai propri clienti un locale tranquillo, familiare e dove gustare la buona cucina romana.

Noi ve lo raccontiamo qui.

Locale

Culinaria è un ambiente molto raccolto e lo si percepisce appena si scendono le scale d’ingresso, due sale raccolte occupate da pochi tavolini e cucina a vista (fortemente voluta dallo chef per avere un rapporto diretto con i propri ospiti).

Il design di questo posticino è stato tutto curato da due giovani ragazzi Gaia Ascone, figlia di Maria Pia, e Silvia Sanchetti laureande allo IED di Roma e piene di estro creativo. Lo stile è molto semplice e con un tocco industriale, grazie ai tubi a vista (leitmotiv di tutto  il locale) e alle lampade “nude” che scendono dal soffitto  con i cavi a vista.

Luce, spazio, condivisione e disegni minimal degli arredi fanno da padroni in questo piccolo angolino di una Roma nascosta. Della serie l’arte culinaria che traspare anche negli elementi d’arredo.

Cucina

La cucina è affidata alle sapienti mani dello chef Giuseppe Rubano del quale abbiamo avuto l’onore di provare letteralmente tutto il menù da lui studiato (piccoli assaggi naturalmente, non siamo così sfacciate).

Come antipasti lo chef ha puntato su una zuppetta di ceci, seppia, porcini e castagne, vellutata di broccolo, capesanta e nero di seppia, confit d’anatra, fico e salsa ai mirtilli (tra gli antipasti, anche noi siamo rimaste sorprese per l’infinito imbarazzo della scelta) e in ultimo la Variazione di mortadella con pistacchio di Bronte.

Passiamo ai primi, qui lo chef ha tirato fuori tutto il suo estro ma senza perdere di vista l’obbiettivo, il buon cibo. Abbiamo assaggiato  (e consigliamo vivamente) nell’ordine: lo Spaghettone al nero di seppia, cozze, vongole, cannolicchi, seppie e calamari. Risotto con la zucca, Taleggio, amaretti e caffè, la Fettuccina home made al cacao con ragù di coda e cioccolato fondente e in ultimo la specialità dello chef: la Carbonara di gamberi rossi con bottarga di muggine e scorza di lime (si lo sappiamo è uno sporco lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo).

Proseguiamo questo tour gastronomico dello chef Rubano con il Petto d’anatra con liquirizia, camote e speck croccante dai sapori contrastanti ma equilibrati, il Baccalà fritto dorato servito con sformato di patate, olive taggiasche, pomodoro datterino e sfoglie di cipolla di tropea, la Coda di rospo in guazzetto di frutti di mare e fettunta di pane, dai sapori romani l’agnello con topinambur e carciofo. ADDIO!

Lo sappiamo tutti è una legge non scritta, ma per il dolce c’è sempre spazio e per questi un buchetto si trova sempre. Noi suggeriamo caldamente: Semifreddo al pistacchio di Bronte, fava di tonka, ganache di cioccolato bianco, sale grosso e arancia candita, il Soffice al manjari, con crema di marron glaces e sale maldon e in ultimo il classico dei classici il Tiramisù, servito in versione scomposta.

La carta dei vini è curata interamente da Bernardo e conta ben 40 etichette divise in modo originale. Ci sono i moderni(ottimi vini da provare da tutta italia), i come una volta (eccellente selezione di vini naturali) e gli estremi (vere chicche per appassionati).

Street style

Culinaria ha un’anima semplice ma ricercata, per questo come street style abbiamo pensato ad un total look di Vicolo. 

Un jeans chiaro abbinato ad una maglia bianca con maniche in sangallo a sbuffo.  Un look perfetto anche per provare Culinaria a pranzo.

Utili da sapere

Tra gli utili da sapere, occorre ricordarsi che:

  • Il menù cambia ogni tre mesi per seguire la stagionalità dei prodotti, ma tranquilli i cavalli di battaglia dello chef rimangono sempre in carta.
  • Culinaria è aperto anche a pranzo con un menù easy, se lavorate in zona, fateci un salto assolutamente.

iPosticini resume

Score
Cucina
Attività
Street style
Prezzo

CULINARIA

via Gaeta 81,Roma

06 488 05 09

Where is

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.