Avete presente quelle sere d’estate in giro per Roma che, anche se non si è ancora in ferie, ci si sente già mezzo in vacanza? Camminando con le infradito, vestitini svolazzanti, gelati a volontà.

Ecco proprio in quelle sere, quando tutti sono quasi partiti, dove non sai bene dove andare ma hai una voglia estrema di uscire e goderti Roma tutta per te, noi abbiamo un posticino perfetto per passare a bersi un cocktail volante o una cena veloce, dove troverai sempre qualche amico ad aspettarti.

Vi stiamo parlando di Timo. Piccolo bistrot temporaneo sulle sponde del fiume.

Locale

Timo.

Già il nome ci piace un sacco. Ovviamente la mente viaggia e arriva a piccoli orticelli home made, con erbe aromatiche da prendere per le cenette fra amici a casa.

Si tratta di un piccolo bistrot in legno chiaro e lucine, adagiato sulla banchina del Tevere, proprio sotto ponte Garibaldi che ormai da parecchie estati ci regala grandi emozioni.

Timo è – purtroppo – temporaneo come è temporanea anche l’estate in effetti. E’ aperto fino alla fine di agosto e si distingue dal proliferarsi dei tanti altri piccoli bistrot non solo per il cibo offerto ma anche per l’arredo accattivante utilizzato e il cuore grande di uno dei titolari amico nostro – che controlla tutto dall’alto.

Peraltro da non sottovalutare la playlist musicale studiata appositamente per la location: not bad!

Legno chiaro ovunque, cuscinoni colorati quà e là, pallet, libri sparsi, lucine.

Il bistrot è diviso in due zone, la parte aperitivo/dopo cena (più fugace) su una sorta di piano rialzato vicino al bancone, per avere i cocktail più a portata di mano diciamoci la verità.

E l’altra, dedicata alla cena, che si estende per lungo, seguendo la banchina con tavolini, sedute e candele per garantire sempre un po’ di sano romanticismo che non guasta mai. Anche perchè non scordiamoci che da Timo si pasteggia con una delle viste più belle del mondo: sua maestà il cupolone!

Cucina

Per quanto riguarda la sezione cibo, da Timo vi potete fermare o per un semplice drink da abbinare ad un aperitivo sfizioso oppure proprio per cenare all’ombra dell’isola Tiberina.

Per gli aperitivi vanno alla grande verdurine varie elaborate dagli chef, bruschettine, panzanelle scomposte, dadolate di frittata.

Ma la goduria assoluta da prendere sono gli sfilacci  di pollo, caldi e croccanti, alla faccia dei 40° all’ombra, troppo buoni.

Se invece avete voglia di fermarvi anche a cena, nessun problema, da Timo pensano anche a quello.

In tempi rapidissimi potete assaggiare mega burger o, meglio ancora, pinse di ogni varietà. Noi preferiamo le pinse, non solo per la leggerezza della pasta ma anche perchè è qualcosa che ancora non fanno in molti e si differenzia di gran lunga dalla solita pizza, alta o bassa che sia.

Utili da sapere

Fra gli utili da sapere, occorre appuntarsi gli eventi a tema che organizzano – da monitorare sempre sui loro social e anche qui.  Sono fantastici anche gli eventi che pensano in base alle festività del quartiere, Trastevere, uno dei rioni più antichi e storici della capitale.

 

Francesca

iPosticini resume

Score
Cucina
Attività
Street style
Prezzo

Timo Roma

Lungotevere degli Anguillara – sulla banchina
Roma

Where is

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.