i preferiti perchè...

E’ stato un’ottobrata molto particolare…pausa pranzo al sole a 30 gradi, grandinate improvvise, posticini stupendi scoperti insieme e piccoli cambiamenti che aggiungono un pezzettino di vita in più, anche alla nostra amicizia.

I PREFERITI DI CHIARA

Per me Ottobre resta il mese dei compleanni importanti. La mia mamma, una delle mie più care amiche e il fatidico e ormai famoso in tutto il mondo Compleanno delle Gemine.

Perciò, dovendo tirare le somme, direi che è stato un mese ricco di festa, di progetti, di musica, Beyoncé e di novità, nonostante la pioggia incessante, che ci ha colto improvvisamente nei momenti meno opportuni.

Ah, ovviamente, è stato anche un mese di cibo , tanto cibo. Sì, lo so, non me lo ricordate anche voi. Mi ero messa a dieta, è vero…Maaaa “non trovate che Roma di notte sia stupenda?”…

Vi lascio ai preferiti, che forse è meglio 🙂

La canzone preferita

Non so se ve l’ho raccontato, ma questo è stato il mese degli inizi – quelli belli – e delle novità.
Quella di cui sono più fiera è aver iniziato a frequentare un corso di danza. Volevo farlo da tanto e finalmente mi sono decisa. E sapete chi è la mia insegnante? Niente popodimenoche quel vulcano biondo di Anastasia Kuzmina.

Quindi potete immaginare il mood del periodo: puttan pop, Beyoncé ecc.

Per questo mese “ciao ciao indie” e benvenuto trash spinto: la canzone preferita del mese, colonna sonora dei migliori balli in macchina, dei riscaldamenti prima della lezione di danza è – udite udite – “In my Mind” di Dynoro e Gigi D’Ag.

Perdonatemi se potete.

 

Il cibo preferito

Confesso alla mia dietologa che ho molto peccato. Ma come faccio ad essere ligia al dovere se poi bisogna scrivere gli articoli per il blog? Io lo faccio per voi!

Comunque come cibo preferito, decisamente la “Tartarre di Daino con uovo fritto e tarturfo” di Brado dello chef Matteo Militello. Ebbene sì. Io e Iaia questo mese abbiamo un preferito in comune.
Comunque che dirvi di più. Abbinamento armonioso e deciso, veramente un gran piatto!

 

Il prodotto beauty preferito

Ho finalmente trovato il mio rossetto del cuore. E per rossetto del cuore intendo quel colore che si sposa perfettamente con la carnagione, che ti salva quando sei di corsa perché sta bene su tutto e si stende in un lampo, insomma, quel rossetto che ogni donna deve avere sempre in borsa.

Lo so, direte: “un altro rossetto tra i preferiti?”. è che ultimamente sospetto di avere un problema serio sia con gli orecchini – ho aggiunto altri 4 buchi per darmi una giustificazione nel comprarli – che con i lipstick.

In ogni caso – sensi di colpa a parte – il lui in questione è Mehr di Mac, una tonalità “Rosa – Blu – Sporco” dalla formula ricca e dal finish opaco (Ma vahh?).

 

(foto credit: Grazia)

Il capo preferito

C’è da fare una premessa. Mi sono ripromessa quest’anno che avrei fatto la signorina, perché è giusto riscoprire la propria femminilità ed essere anche un po’ fanatiche a volte. Perciò mi sono sbizzarrita con stivali con tacco, gonne e vestitini.
Ma il primo premio va senza dubbio ad un paio di stivali di Zara color bourdeaux , alti fino al ginocchio, con un bel tacco largo e comodo, portabilissimi sia di giorno per l’ufficio che la sera per uscire. e niente, li amo.

 

L'oggetto per la casa preferito

Ad ottobre ho ufficialmente dato il benvenuto alla stagione delle candele. Riesco a piazzarle in qualsiasi ambiente della casa. Non so, in questa stagione hanno lo stesso effetto di un bagno caldo con le bath bomb di Lush: una coccola calda.
La mia preferita però è la profumazione autunnale che Yankee Candle ha riproposto anche quest’anno: Autumn Glow. Ha il profumo delle foglie autunnali con un tocco di patchouli e di ambra, che ricorda lunghe passeggiate nei boschi.

Potrei sniffarla per ore, giuro. Praticamente una dipendenza.

 

 

 

Il posticino preferito

Sarò scontata, ma il posto che mi ha davvero conquistata è stato Brado. Ha davvero tutto ciò che cerco quando vado a mangiare: ottima selezione di birre e buon cibo,  presentato e preparato con ricercatezza e studio”.

La cosa che mi fomenta ancora di più è che questo è proprio ciò che ricercavano anche
i proprietari nell’ideare tutta la filosofia che è dietro al loro locale. Quindi direi che ci hanno azzeccato in pieno.

è il posto ideale per una cena o un aperitivo con il primo freddo stagionale. Riesce a regalare proprio quel calore gioviale e familiare, che mi ricorda tanto quello dei rifugi di montagna.

Comunque non mi dilungo oltre, tanto su Brado sapete già tutto perché ve ne abbiamo parlato qui.

 

I PREFERITI DI FRANCESCA

Per me questo ottobre è stato un mese davvero ricco di novità….dai sentimenti  visti più da vicino, alle esperienze di vita, alla ricoperta di alcune persone ma sopratutto alla decisione effettiva di iniziare a cambiare vita: VADO A VIVERE DA SOLA (aiuto)!

La canzone preferita

…l profumo delle Wilson da tennis nuove
Delle Superga al mare
Delle docce all’aperto a Fregene
Di Simone e Cristina che si vogliono bene…

Quando ho sentito queste parole, avvolte da un velo di malinconia per l’estate appena trascorsa, non sapendo chi fosse a cantare ho subito attivato il mio Shazam sul telefono e…niente di nuovo loro. Ragazzi non ci posso fare niente, mi piacciono i The giornalisti, lo ammetto.

Per non parlare di quest’altra strofa che trovo azzeccatissima con il mese di ottobre:

….E vorrei dormire ancora un po’
Mentre volano le foglie di questo autunno
Che il vento poi le porta fino a Saturno
Dove sei tu
Oh, dove sei tu…

Ormai la canticchio da un po’ – New York!

Il cibo preferito

Nonostante la poca leggerezza del piatto che, diciamo, non è proprio una pietanza estiva, mi sono innamorata della tartare creata dallo chef Matteo Militello di Brado: tartare di daino, tuorlo fritto e scaglie di tartufo. Me ne sono innamorata perchè, non appena assaggiato il primo boccone, mi son tornate alla mente le cene in montagna nei bei tempi in cui riuscivo a concedermi una settimana bianca intera, nei vecchi masi, avvolta dal calore della bella compagnia e dei miei bei golfoni di lana con le trecce.

Il prodotto beauty preferito

Sono da sempre una grande amante dei burri di cacao, chi mi conosce lo sa bene. Adoro quella sensazione di super morbidezza quasi da mordere. In questo mese me ne sarò “mangiati” almeno due diversi…rigorosamente di Sephora , che propone balsami labbra in formato stick, dalla texture scorrevole e fondente, per nutrire e prendersi cura delle labbra, tutti i giorni. Disponibile in 2 texture e 6 diversi ingredienti.

Io amo quello al cocco per l’estate, mentre per ottobre ho utilizzato quello al miele.

Il capo preferito

Attorno ai primi di ottobre son dovuta andare a Genova per lavoro e, mentre aspettavo con largo anticipo il mio treno del ritorno, non potevo non passare sotto ai celebri portici di via XX Settembre. Sono stata subito richiamata dai manichini di Pimpkie ed, in particolare, da uno che mi diceva “vieni, entra, guarda che bella sciarpa che indosso…”. Detto fatto, ormai per tutto il mese di ottobre ho portato addosso, come se fosse la mia copertina di Linus, questa sciarpa morbidissima giallo ocra (per chi mi conosce bene sa che è fra i miei colori preferiti di sempre). Direi gran bell’acquisto!

L'oggetto per la casa preferito

A proposito di giallo ocra o senape, che dir si voglia, dato che quest’ottobre per me è stato il mese dei grandi acquisiti per la mia futura casetta, ecco che ho cercato di riportare un po’ di giallo anche fra le mie future mura.

Girovagando fra gli scaffali della Maison du Monde, accompagnata dall’occhio critico ma sempre attento di mio padre, anche qui mi sono innamorata di un cuscino strepitoso: disegni geometrici che ricordano i rombi, stile scandinavo, di velluto bianco panna e giallo ocra, appunto. Non potevo non prenderlo. Per non parlare poi delle tende abbinate (sempre notate dal mio interior designer di fiducia Massimo), ma questa è un’altra storia.

Insomma la Maison du Monde regala sempre grandi gioie.

Il posticino preferito

Una di quelle sere in cui esci da lavoro distrutta ma invece di andarti a buttare nel letto decidi di seguire le tue compagne d’avventure sul web (le altre due posticine Chiara e Flavia) e, solo una volta che ti ritrovi di nuovo sulla via di casa, capisci che non hai fatto bene ma benissimo.

Si perchè quella sera di ottobre di un paio di settimane fa siamo andate a berci il nostro consueto succo di pomodoro in un posticino davvero grazioso, di cui mi sono subito invaghita. Si tratta di Biffiun amore di posticino nel cuore di Garbatella…di quelli raccolti, ricercati, curati come piacciono a me e a noi posticine. La cosa che mi ha colpito di più sono le ampie vetrate che danno sulla piazzetta, omonima al locale, dove è possibile ammirare la struttura di ciò che era il vecchio Albergo Rosso, con quella torretta che m i ricorda i campanili dei paesini in Abruzzo, dove si staglia un grande orologio fermo alle 11.37, come se si fosse fermato il tempo…ah quanto mi piacerebbe fermare il tempo a volte!

 

Lo scatto l’ho scelto volutamente…la torretta con l’orologio è il simbolo di questo posticino, ma dovete assolutamente andare a provare sulla vostra pelle le belle sensazioni che lascia, io non voglio svelare di più.

Biffi

Piazza Eugenio Biffi, 11
00154 Roma RM

iPosticini resume

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.