Probabilmente Agosto è il mese che passa più veloce di tutti. Ci mette così tanto ad arrivare e poi, puff, sparisce in un batter d’occhio.

Ma quante cose, colori, profumi, paesi, sapori, persone, emozioni concentrate in nemmeno 20 giorni riusciamo a fare in questo mese tanto atteso quanto magico? Noi tantissime e qui cerchiamo di riassumervi ciò che Agosto ci ha lasciato più impresso negli occhi e nel cuore.

I PREFERITI DI CHIARA

La canzone preferita

Questa traccia di Nicolas Jaar rientra nei miei Shazam compulsivi agli eventi. Ditemi che anche voi avete la stessa abitudine e che non sono l’unica squilibrata.

L’ho ascoltata durante l’evento “Calici sotto le stelle” da Marco Carpineti ed è stata la canzone della mia estate.

Ascoltata per garantirsi la giusta carica mattutina dopo aver fatto tardi la sera, o come colonna sonora per tutte le traversate immersi negli ulivi delle campagne pugliesi è stata davvero la canzone prescelta per tutte le occasioni.

Mi Mujer – Nicolas Jaar

Il cibo preferito

Se non l’aveste capito dallo spam fatto sui social per tutta l’estate, ad agosto sarei potuta serenamente campare con solo pane e polpo.

Vera rivelazione culinaria della stagione, mi sono dedicata al sapiente assaggio di tutte le varianti in tutti i lidi pugliesi.

Non l’ho fatto mica per me. L’ho fatto per la scienza.

Il prodotto beauty preferito

Ebbene sì. Sono una di quelle compratrici compulsive che riescono a fare acquisti anche in aereo.

Non ridete. Sono seria.

Dovendo vincere la sfida impossibile di partire per 6 giorni solo con il bagaglio, io, che sono il tipo che si porta 2800 oggetti (di cui l’80 percento sono creme)  come avrei potuto fare a ridimensionare la mia vocazione beauty in soli 100ml di prodotto?

Il mio grazie, quindi, va al servizio duty free di Ryanair, che mi ha permesso di scoprire l’olio multifunzione di Elizabeth Arden. Ottimo per nutrire ed idratare pelle, capelli, unghie è perfetto in viaggio.

Un unico prodotto con mille usi, frega anche il bagaglio a mano.

Dite che ho barato? Naaaahhh

Il capo preferito

“Non ho comprato nemmeno un costume nuovo, quest’anno”, dicevo.

Devo dire che la lamentela è durata poco, perché poco prima di partire mi sono davvero sbizzarrita.

Quindi la scelta tra i mille costumi comprati last minute è davvero ardua.

Però una donna adulta deve fare delle scelte e io scelgo questo meraviglioso due pezzi di Hamalfitè.

Come suggerisce il nome, il marchio nasce in costiera amalfitana, riproducendo sui costumi i tipici disegni delle ceramiche e tutti i simboli più caratteristici dell’italia.

Per quest’estate ho scelto il bikini “Pizza e Spaghetti”, nella versione a fascia con slip a vita alta.

il giusto mood per la mia “tipica estate italiana”.

L'oggetto per la casa preferito

E a sto giro posso vantare anche io un sacco di cose per la casa preferite. Evviva!

Il mio estro creativo e casalingo viene fuori in tutto il suo splendore nella casa al mare, per la gioia di mia madre, costretta a girare e spulciare qua e là per i negozietti del Circeo.

Anche qua la scelta è ardua visto lo shopping per la casa compulsivo dell’ultimo mese.

Mmmmm.

E senza ombra di dubbio il vincitore è il mio nuovo comodino a forma di pesce by La Casa Matta.

La casa matta è un piccolo negozio del Circeo (lo trovate sul corso principale) pieno di oggetti bellissimi dedicati all’arredamento della casa. Lo stile è prevalentemente marittimo con un tocco etno-chic. Vi suggerisco di fare un salto se capitate nei paraggi. Impazzirete per i mobili, gli oggetti, i suppellettili che la padrona di casa, Alessandra, sceglie personalmente, direttamente a Bali.

Il posticino preferito

Sul litorale di Fasano, sorge un piccolo lido, totalmente fuori dal comune. Di sicuro il lido più bello dove siamo stati durante la nostra vacanza in Puglia.

Sassolini ed erba spontanea al posto della sabbia, mini boutique di oggetti fatti a mano e costumi qua e là, fiori e oggetti colorati, persino una biblioteca a cielo aperto, e lavagnette con frasi motivazionali, cariche di buonumore sparse ovunque, così da ricordarti in che posto meraviglioso di pace ti trovi.

Sto parlando dell‘Archeo Lido, che sorge in un’insenatura naturale tra il maestoso muraglione e l’acropoli dell’antica città di Egnazia. Le acque cristalline del mare, nascono uno spettacolo archeologica pazzesco: i resti dell’antico porto di Egnazia, che si possono ammirare nuotando .

I PREFERITI DI FRANCESCA

La canzone preferita

Quando sei in fila sulla Napoli Canosa, nel traffico con Mambo Salentino a palla nelle orecchie e le tue amiche lanciatissime in una danza (da sedute) che vorrebbe ricordare una taranta, e riesci anche a rimorchiare alla guida – merito degli occhiali da gattona di Chiara diciamocelo – prende tutto un’altra piega.

Ovviamente è stato il tormentone dei nostri giorni in Puglia e lo è continuato ad essere per tutto il mese di agosto.

Ah l’estate.

#Boomdabash e #AlessandraAmoroso

Il cibo preferito

Grande scoperta suggeritaci da una nostra cara amica, per una cena di inizio estate (ormai era già l’8 agosto) siamo andate a provare Pesciolino. Oltre ad essermi innamorata del posto (a breve infatti sarà sfornato un articolo a tal proposito), mi sono letteralmente persa con un piatto di pasta semplicissimo ma dai sapori esplosivi:  Ajo e ojo mare nostrum ossia spaghettoni Pastificio Felicetti – alici affumicate alla brace – polvere di olive, capperi, peperone crusco, prezzemolo e limone. Un boccone e  mi son sentita subito a cena a Favignana, rigorosamente in barca, ancorata in qualche caletta a mangiare a lume di candela.

Ah l’estate.

Il prodotto beauty preferito

Tra i prodotti beauty preferiti del mese di agosto, strano ma vero, nella mia borsa/valigia (praticamente per 3 settimane ho vagato da una casa all’altra) non poteva mancare assolutamente lo spray protettivo senza risciacquo con filtri UV di Nashi che ovviamente mi ha fatto scoprire la mia beauty personal trainer Chiara. Mi ha seguito ovunque e grazie a qualche sua spruzzatina profumata ho evitato che sole, salsedine, sabbia, vento, cloro e chi più ne ha più ne metta trasformassero i miei capelli in fantastici dread (un paio di estati fa è successo e mi son dovuta tagliare tutto argh).

Ah l’estate.

Il capo preferito

Vince a mani basse, come capo preferito del mese di agosto, la mia bandana multiuso di cotone misto seta che è impossibile trovare in giro perché era della mia nonnina.

Ogni giorno di mare è stata la mia fedele compagna per domare i miei ricci che altrimenti mi avrebbero fatto sembrare un po’ maga Magò in vacanza. Utilissima anche per evitare che i raggi del sole mi trasformassero in pel di carota. Volendo la sera poteva trasformarsi anche in cinta morbida. In realtà è un foulard, ma a me piace tanto usarla per i capelli, con quei motivi un po’ orientali fra il bianco e nero, d’estate mi fa sentire più wild, e la cosa mi piace assai.

Ah l’estate.

L'oggetto per la casa preferito

Sono stupendi vero? In Puglia non ho resistito e me ne sono portati a casa almeno 4, trovati tutti in paesini diversi. Salvo i quelli classici pugliesi in terracotta grezza con i fiorellini blu dipinti sopra, i bicchieri colorati stile pantone a mio avviso sono i i migliori.

Per adesso mi limito alla versione rosso porpora (che sta benissimo nel mio bagno utilizzato come porta spazzolino) e giallo ocra, oltre che a quelli classici. Sono tutti  interamente realizzati a mano in terracotta e smaltati con smalti naturali privi di piombo, produzione artigianale Made in Salento.

Per chi non ha modo di fare un salto al sud, potete trovarli on line ad un prezzo più che decente sul sito di loliva. 

Il posticino preferito

Chiara lo diceva da quando siamo atterrati “andiamo all’Archeolido” e alla fine così è stato ed è immediatamente scoppiato l’amore da parte di entrambe. Per forza di cose risulta lo stesso posticino preferito di Chiara, d’altronde se siamo amiche ci sarà un motivo. Vi giuro non l’abbiamo fatto apposta, attrazione spontanea e basta.

Dovreste andarci tutti, è un posticino meraviglioso che non ti aspetti e appena arrivi ti lascia a bocca aperta. La prima cosa che mi ha colpito è lo spazio, tanto spazio per rilassarsi, per chiacchierare, per leggere un libro, per camminare, e anche per fare shopping. Di solito gli stabilimenti a cui siamo abituati sono affollati, incasinati, con ombrelloni invadenti e poca privacy, ecco questo invece è tutto l’opposto e poi niente sabbia ma sassolini delicati che non ti si infilano ovunque.

L’Archeolido sorge su un promontorio roccioso della valle dell’Itria, territorio arido a prima vista, ma loro hanno saputo renderlo accogliente e coccoloso: legno chiaro ovunque, cactus e fiori colorati, ceramiche pugliesi che riprendono le sfumature del mare, un angolino dove scegliersi il proprio libro da lettura sotto l’ombrellone e, chicca delle chicche, frasi e pensieri scritti qua e là che richiamano la calma…”Otium “nella zona dei gazebi in vimini, “un mare di libri” nella zona biblioteca temporanea ma quella più bella per me è stata “Che musica il silenzio“.

Ah l’estate.

iPosticini resume

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.