Ebbene si, anche quest’anno è arrivato l’Equinozio e come diceva Oscar Wilde l’estate all’improvviso sprofonda nell’autunno.
Quale miglior modo di salutare la fine del periodo estivo e l’inizio dell’autunno di un bel brindisi?
Ecco qualche posticino dove fare un po’ di sano enoturismo!
Ne abbiamo scelti 5 con delle caratteristiche in comune: la passione, la lunga tradizione familiare e il rispetto della natura.

1. La Cascina degli Ulivi di Stefano Bellotti ed eredi - Piemonte

Ph. Credits: Pagina Facebook

 

Partiamo da sua maestà il Piemonte. Qui a Novi Ligure, nel territorio del Cortese, del Dolcetto e del Barbera, sorge una vera e propria azienda biodinamica dove si può pernottare ( nella parte dedicata all’agriturismo) e mangiare prodotti autoctoni ma soprattutto gustare un vino naturale in purezza di cui la Cantina è specialista.

Consigliatissimo per chi, come dice il fondatore, vuole sentirsi libero come lo è il contadino.

Ph. Credits: Pagina Facebook

 

Cascina degli ulivi

Strada Mazzola 14, 15067 Novi Ligure AL

www.cascinadegliulivi.it
info@cascinadegliulivi.it

2. Tenuta Castelgiocondo dei Frescobaldi - Toscana

Ph. Credit: Sito Frescobaldi

Altra eccellenza regionale quella dei Vini Toscani. Qui a sud-ovest di Montalcino con una altitudine di 300 metri c’è il territorio perfetto per il Sangiovese. Se si vuole unire la tradizione toscana per la cucina e per il vino, questa Tenuta è il luogo ideale. L’eleganza delle cantine Frescobaldi splende anche qui. I più creativi potranno scoprire le origini del mitico Brunello di Montalcino attraverso le opere di Simone Martini all’interno della tenuta.

Ph. Credits: Pagina Facebook

Tenuta Castelgiocondo dei Frescobaldi

Castelgiocondo, 53024 Montalcino (Siena)

www.frescobaldi.com
hospitality@frescobaldi.it

3. Fattoria Giuseppe Savini - Abruzzo

Ph. Credits: Cantina Savini

 

In Abruzzo, tra la montagna e il mare, si ottiene un territorio ideale per la produzione di vini come il Trebbiano e il Montepulciano d’Abruzzo.
Da 70 anni la cantina Savini si occupa di questi vitigni ma anche di riportare in auge vitigni autoctoni meno conosciuti come quello per la Passerina, il Pecorino e la Cococciola. Peraltro c’è da dire che la cantina quest’anno ha ricevuto due importanti premi er il loro montepulciano durante il Councour Mondial de Bruxelles e, al Gran Premio Internazionale del Vino Mundus Vini, per il loro Pecorino . Provare per credere!

Incantevole la plurisecolare sala di affinamento in mattoni.

Ph. Credits: Cantina Savini

 

Fattoria Giuseppe Savini
Contrada Piane Vomano-Morro d’Oro (TE)

www.fattoriagiuseppesavini.com
cantina@fattoriagiuseppesavini.it

4. Cantina Marco Carpineti - Lazio

Ph. Credits: Pagina Facebook

Nel Lazio alle pendici dei Monti Lepini più precisamente a Cori, la cantina Marco Carpineti porta avanti con passione e desiderio l’arte del vino “da gustare e da respirare”.
Qui si possono assaggiare vini a bacca bianca come il Bellone e l’Arciprete, ma anche a bacca rossa come il Cori, il Montepulciano e il Cesanese.
Per i più audaci c’è anche una importante produzione propria di grappa.

Ph. Credits: Pagina Facebook

 

Cantina Marco Carpineti

S.P. Velletri-Anzio n.3, 04010 Cori Italia
info@marcocarpineti.com

5. La Tana dell’istrice di Sergio Mottura - Lazio

Ph. Credits: Pagina Facebook

A Civitella d’Agliano, nelle terre etrusche, la famiglia Mottura si dedica alla terra ormai da molto tempo. Negli 60 con la riforma agraria, hanno avviato un sistema di coltivazione biologica che ha riportato al ripopolamento del territorio da parte delle istrici, simbolo ormai della tenuta. La Cantina interamente scavata nel tufo è la culla di molti vini. Un bel bicchiere di Grechetto, bandiera della casa vinicola, è il giusto modo di incorniciare questa esperienza.

Ph. Credits: Pagina Facebook

La Tana dell’istrice di Sergio Mottura
Piazza Unità di Italia 12, 01020 Civitella d’Agliano VT

www.sergiomottura.com
tana@sergiomottura.com

iPosticini resume

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.