i preferiti perchè...

I PREFERITI DI CHIARA

Maggio è uno dei miei mesi preferiti. Un po’ perché è il mese del mio compleanno un po’ perché si comincia a respirare quell’arietta estiva che sa di gelsomino.

Quest’anno poi, smentendo  il mood degli anni pretendenti ed è stato anche insolitamente bello e caldo, ed ha sicuramente segnato un nuovo inizio per la maggior parte di noi.

è stato il mese del “ricominciare” e dei nuovi inizi. Rivedere gli amici e le persone amate condividendo finalmente senza uno schermo davanti, una cena, una passeggiata, anche una semplice chiacchierata.

è stato un bel maggio, dai..

La canzone preferita

 

Il famoso riconoscimento “Canzone preferita di Chiara” maggio 2020 va a:

Gazzelle con la sua Non sei tu. Un po’ malinconica e un po’ sul genere amore estivo travagliato, ma d’altronde parliamo di Gazzelle, ma ogni volta mi prende un groppo quando lo sento cantare:

E che ne sanno gli altri
Degli occhi nostri mescolarsi e diventare gialli, gialli.

Non chiedetemi perché.

Il cibo preferito

 

Non sono un’amante dei dolci intesi nel senso classico del termine. Sono più tipa da lieviti. Potrei impazzire per una teglia di croissant ma le classiche torte con strati e strati di pan di spagna non mi fanno per niente gola.

C’è un’unica eccezione a questa regola aurea. La crostata di Regoli crema chantilly e lamponi (la classica nasce con le fragole di bosco, ma a 20 anni ho ben pensato di diventare allergica al mio frutto preferito!), torta tradizionale del mio compleanno.

Una frolla spaziale con una chantilly che ancora la devo trovare più buona di questa. E poi la bellezza dei succosi lamponi ordinatamente sistemati nella crema. Insomma, una gioia per gli occhi e il palato.

Dopo aver spento le candeline, è stata la mia merenda in terrazzo per i successivi due giorni: fetta di crostata su piattino della nonna e calice di Franciacorta.

 

Regoli dal 1916

Via dello Statuto, 60, 00185 Roma RM

Il prodotto beauty preferito

 

Oddio qua è difficile. Ma poi coi miliardi che ho lasciato a Sephora.

MMMMM…allora tralasciando tutti i prodotti di skincare acquistati dopo aver fatto l’errore di comprare il libro sulla skincare coreana, mi butterei sul makeup stavolta.

Sapete, io sono la donna delle fisse. Periodicamente sono vittima di colpi di fulmine e a maggio, non chiedetemi perché, sono entrata in fissa con l’ombretto verde lime. è stato oggetto di meticolosa ricerca, alla fine ho optato per quello della palette Neon di Huda Beauty, nella tonalità Neon Green.

Colore molto chic e dal mood un po’ vintage (se applicato in un certo modo, ovviamente) sta bene con qualsiasi tonalità di occhio, per un trucco fresco che sa di estate.

 

La palette la trovate qui.

Il capo preferito


Avete presente la meme con il cardinale che gira da un po’ sui social con la didascalia: “Io che esco con tutte le cose inutili comprate in quarantena”? Ecco. Magari a me manca il bastone papale, ma sul vestiario ci avviciniamo.

La scelta è ardua però nel mucchio opterei per la gonna di Poupine, il cui intero ricavato è andato all’Ospedale Spallanzani di Roma.

E’ un nuovo modello del noto brand di gonne – a portafoglio – con una splendida ruches su un spacco che lascia scoperta una gamba, in fantasia pied de poule. Perfetta per queste piacevoli serate di maggio, perfetta con una camicetta in jeans.

 

La trovate qui mentre questa è la splendida collezione estiva.

L'oggetto per la casa preferito

 

Facciamo che per questa volta invece che oggetto per la casa, facciamo oggetto e basta.

Sicuramente una grande riscoperta di maggio è stata la mia Graziella bianca.

Ho sempre avuto un po’ timore a girare in bici per Roma, invece con meno traffico mi sono decisa e ho macinato chilometri in giro per Roma.

Stupendo!

Il posticino preferito

 

Il primo aperitivo dopo la quarantena non si scorda mai. Quindi posticino preferito, perfetto per questo maggio insolitamente soleggiato e caldo, è il Tram Depot.

Atmosfera estiva, tavolini su una piazzola che fa subito bar sulla spiaggia, chiacchiericcio allegro in sottofondo, e cocktail Zenzerato in mano (da me rinominato Zenzerone) e che altro poter desiderare?

 

Tram Depot 

Via Marmorata, 13, 00153 Roma RM

I PREFERITI DI FRANCESCA

Mai stata così felice che arrivasse il mese di maggio…che per me ha sempre significato l’arrivo della primavera, i primi aperitivi al mare nell’orario tramonto, i compleanni delle persone importanti della mia vita, il cambio di stagione, l’odore di gelsomino sparso per le vie della Capitale….tutto ciò, proprio per il buio vissuto durante la quarantena, quest’anno ho cercato di vivermelo al massimo della potenza che potevo ovviamente nei limiti della situazione: è stato così bello quasi da farmi scendere una lacrimuccia di gioia solo per poter tornare a VIVERE le piccole cose di sempre.

La canzone preferita

Direi che per il mese di maggio vince a mani basse una delle canzoni colonna sonora della serie SKAM (con la quale sono entrata in fissa dopo suggerimento di Chiara): “Hot headache – ISTAP

Strabella, mi ricorda le scene della serie ma soprattutto le immagini di una Roma meravigliosa e nascosta ai più. Quella Roma che per tutto il periodo della quarantena e anche per molti giorni di maggio abbiamo potuto ammirare solo dagli schermi o dalle nostre finestre.

Il cibo preferito

Maggio è stato il mese delle riprese….ripresa emotiva ma anche gastronomica. E fra i miei piatti prefe, nono solo per il gusto diverso dal solito ma anche per l’emozione che c’è dietro, metto sul podio la super pizza di Tacito con impasto maturato naturalmente per 72 ore ad altissima digeribilità. Solo a leggere gli ingredienti della prima pizza scelta (ne sono seguite poi tante altre) mi ha ripagato per i due mesi di clausura: Fior di latte, fiori di zucca, alici, pachino, burrata!

Raggiunge il primo posto del mese perchè:

  • sapore ed ingredienti unici e diversi dalle classiche;
  • packaging sostenibile e termoprotettore;
  • è la prima cosa che ho mangiato appena si poteva uscire e per questo la identifico alla libertà;
  • è stato il pasto per una super cena di compleanno di Chiara, forse uno dei migliori, vista fontanone e Roma.

Non posso far altro che consigliarvi di andarla ad assaggiare da Tacito in Prati:

Via Tacito, 18 – 00193 Roma

Tel: 06/42990584

Il prodotto beauty preferito

Visto che toccherà rimanere a casa in smart working chissà fino  a quando, questo mese mi sono buttata sull’estetica seria e mi sono finalmente regalata qualche prodotto di Cristina Fogazzi in arte l’Estetista Cinica. Nello specifico, anche se non si sa se potremmo davvero fare una prova costume come si deve e goderci del mare vero, io ho rischiato ugualmente provando i fanghi MUD MUG. Sono dei fanghi attivi effetto caldo, “dalla formulazione innovativa che sviluppa un effetto caldo nella zona in cui lo applichi senza arrossare la pelle né creare problemi ai capillari fragili”. Peraltro la confezione è davvero completa di tutto: istruzioni a prova di bionda, due tubi ognuno da 250ml, guanti, mutandine usa e getta e fogli di cellophane per avvolgersi come dei salami.

Credo molto nella competenza e nella professionalità dell’estetista cinica sopratutto per ciò che riguarda l’argomento cellulite e ritensione idrica, quindi a fine giugno vi saprò dire dei risultati.

Trovate tutti i suoi prodotti e informazioni di ogni genere qui.

Il capo preferito

Per il mese di maggio vincono anche qui a mani basse le mie adorate Superga in tela rosse. Che poi in realtà rosse nono lo sono più per quanto le ho usate e stra usate.

Mi danno la bellissima sensazione di avere addosso l’estate, non vedevo l’ora di riutilizzarle e non appena è stato possibile uscire praticamente sono la mia seconda pelle.

L'oggetto per la casa preferito

I regali della mamma sono sempre i migliori. Infatti è dai primi di maggio che ormai tutti i miei pasti casalinghi li faccio su questa meravigliosa tovaglia verde salvia con disegni geometrici in perfetta sintonia con la mia bella cucinetta, regalatami dalla mia mamma.

Presa da Casa&Co, suuuper.

Il posticino preferito

Quella sensazione meravigliosa di evasione, libertà, profumo di natura addosso, sole… è impagabile sopratutto dopo un periodo così buio come quello che abbiamo vissuto. E proprio un’evasione è stata quella che ho fatto il weekend scorso con i miei, concedendoci un primo pranzetto fuori in un posticino da sogno.

Sto parlando del Ristorante l’Angoletto al lago del Turano.

Un posto incantato, lontano dal caos, dove potersi godere del buon pesce di lago, farsi coccolare dai proprietari che sono davvero persone dal cuore gentile e, sopratutto, godere di una vista mozzafiato sull’intero lago. Ebbene si, perchè l’Angoletto ha una terrazza super bella che si affaccia proprio sul lago, il tutto all’aperto, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza che sono da applicare per questo maledetto virus.

Trovate tutte le info qui.

L’Angoletto – cibo, acqua, sole e vento

Via Coltodino – 02020 Castel Di Tora (RI)

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.